News

Rifiuti, le imprese toscane tra le più tartassate

L’esempio: un ristorante toscano paga quasi 23 euro al metro quadrato per lo smaltimento dei rifiuti, in pratica quasi il doppio della media nazionale, pari a € 13,72. Va peggio solo in Liguria (26 euro), meglio in Trentino (7,71). La differenza nelle tariffe non è solo a livello regionale, ma anche provinciale, secondo l'indagine della Confcommercio: in Toscana le imprese del terziario più penalizzate sono quelle livornesi e fiorentine. Il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “una disparità di tariffe inaccettabile, mentre dovrebbe valere un solo principio: chi più inquina, più paga. Al danno, poi, si aggiunge la beffa: non è detto infatti che a tassazione più elevata corrispondano necessariamente migliori servizi”. La spesa per i rifiuti è superiore al fabbisogno nella metà dei Comuni capoluogo toscani. Livorno il meno virtuoso, mentre la  medaglia d’oro dell’efficienza se la aggiudica Lucca, seguita da Pistoia, Prato, Arezzo e Firenze. La richiesta: “rivedere con urgenza l’intero sistema tariffario dei rifiuti”.

Leggi tutto

Voucher, "ridicolo usarlo per le sole strutture ricettive"

Il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano critica la possibilità che il Governo reintroduca i voucher nel turismo escludendo i pubblici esercizi. “Se è vero che il voucher è uno strumento legale e tracciabile per regolamentare le prestazioni di lavoro occasionali, tutte le imprese che abbiano a che fare con picchi di lavoro discontinui, improvvisi e difficilmente pianificabili devono poterne fare uso. Se si temono gli abusi, basta fare più controlli e sanzioni severe”.

Leggi tutto

Sciopero dei benzinai ex Esso

Il presidente dei benzinai toscani di Confcommercio Marino Milighetti ha spiegato in conferenza stampa insieme all'assessore regionale Stefano Ciuoffo e ai colleghi delle altre sigle sindacali le motivazioni della protesta che mercoledì 25 luglio ha portato i gestori a marchio Esso acquisiti da Petrolifera Adriatica a chiudere le pompe di benzina in Toscana, Marche e Abruzzo. "I nuovi proprietari pensano di scaricare i costi dell'acquisizione sui gestori e violano con arroganza le norme di settore". Per l'assessore Ciuoffo: "una situazione insopportabile".

Leggi tutto

Il consiglio di Fipe: #usalazuccheriera

Fipe lancia una campagna di sensibilizzazione contro lo spreco di zucchero dovuto all'uso delle bustine in bar e ristoranti, che porta ben 14mila tonnellate di rifiuti aggiuntivi e 64 milioni di euro di maggiori costi a carico di consumatori e pubblici esercizi. Se la vecchia zuccheriera con il coperchio apribile è stata ormai messa al bando, si può però ricorrere senza timore di multe alle zuccheriere dosatrici con apposito beccuccio chiudibile, consentite dalla legge. Il risultato? Meno sprechi e un'anima più "ecologica" per i pubblici esercizi.

Leggi tutto

Stop alla somministrazione nei circoli privati

Il presidente della Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) – Confcommercio Toscana Aldo Cursano interviene in merito all’Ordinanza della Corte di Cassazione che ha fatto chiarezza su somministrazione commerciale e attività consentite alle associazioni non lucrative: “finalmente si riconosce un principio sacrosanto: stesso mercato, stesse regole”. I circoli culturali, ricreativi e sportivi censiti dall’Istat in Toscana sono oltre 19mila (a fronte di oltre 22mila pubblici esercizi), oltre un terzo fa attività commerciale.

Leggi tutto

Cambio al vertice di Fimaa Toscana

L'aretino Carlo Barbagli eletto nuovo presidente regionale degli agenti immobiliari aderenti a Fimaa-Confcommercio. Riceve il testimone dal lucchese Alessandro Gabriele in un momento molto delicato per il mercato immobiliare, che negli ultimi mesi sembra finalmente voler risalire la china dopo un periodo prolungato di stasi. “Il mercato è in ripresa, nonostante persistano ancora tante criticità come l’incertezza politica, l’instabilità economica ed occupazionale, per non parlare del carico fiscale che grava sugli immobili".

Leggi tutto

Confcommercio studia il futuro della comunicazione

Si è svolta il 10 luglio la tappa fiorentina del roadshow "Rievoluzioni. Dalla penna al mouse", ideato da Confcommercio nazionale per analizzare insieme ad esperti del mondo della comunicazione, del giornalismo e del marketing nuove frontiere e nuovi stili del comunicare al tempo dei social media. “Le imprese sono davanti ad una sfida: i social impongono di riorganizzare il modello di business ma non sono la panacea di tutti i mali. E, comunque vada, solo qualità e verità dei contenuti faranno la differenza in una società votata al “content shock””.

Leggi tutto

Saldi estivi 2018, affari per 223 milioni di euro in Toscana

Le previsioni di Confcommercio Toscana: sei famiglie su dieci parteciperanno al “rito” collettivo dei saldi, al via il 7 luglio, con un budget complessivo di 225 euro. 98 euro la spesa pro capite. Si aggiungeranno poi gli acquisti dei turisti, soprattutto a Firenze e nelle località della costa. Il periodo continua però a non essere dei migliori per la moda. La presidente regionale di Federmoda-Confcommercio Federica Grassini: “tra deregulation e contrazione dei consumi, il nostro settore è assediato da problemi strutturali che devono trovare al più presto una soluzione, se non vogliamo disperdere quel patrimonio di ricchezza e di occupazione qualificata garantito dai negozi al dettaglio”. La richiesta: “più salvaguardia e sostegno dei negozi al dettaglio; regole certe per tutti e controlli. Poi una web tax per i colossi dell’ecommerce”.

Leggi tutto

Alternanza scuola-lavoro, nasce l'accordo regionale

Il protocollo d'intesa, siglato il 3 luglio 2018 dalla presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini e dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Toscana Domenico Petruzzo, permette agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di entrare in maniera strutturata nelle imprese del terziario aderenti all’associazione per completare i propri percorsi formativi confrontandosi direttamente con il mondo del lavoro. Lapini: “colmiamo la distanza tra mondo della scuola e mondo del lavoro”. Petruzzo: “la metodologia didattica dell’alternanza scuola-lavoro va incoraggiata”.

Leggi tutto