Presidente

Anna Lapini

Presidente regionale di Confcommercio Toscana dal Febbraio 2015, nell'Aprile 2015 Anna Lapini è stata eletta anche all'interno del consiglio nazionale di Confcommercio Imprese per l'Italia e nel Maggio 2105 è entrata a far parte della Giunta nazionale della confederazione come incaricata per la legalità e la sicurezza.

Presidente della Confcommercio della provincia di Arezzo dal 2012, è stata fra le prime donne in Italia a ricoprire questa carica. A dicembre 2018 è stata eletta vice presidente vicario della Camera di Commercio di Arezzo-Siena. All'interno dell'ente camerale riveste dal 2014 anche il ruolo di coordinatrice del Comitato per l'Imprenditoria Femminile aretina.

Il suo impegno sindacale all’interno di Confcommercio è di lunga data.

Tra gli incarichi svolti, quello di vicepresidente nazionale e presidente provinciale per due mandati consecutivi del gruppo Terziario Donna Confcommercio.

News

Dpcm 18 ottobre 2020, cosa cambia

Nuova stretta di Conte per arginare l'aumento dei contagi da Covid 19. Stop a sport dilettantistici di squadra, convegni e sagre. Locali senza consumo al tavolo chiusi alle 18, ma asporto consentito fino alle ore 24 e consegna a domicilio senza limiti orari. Per palestre e piscine, decisione definitiva tra sette giorni. Per ulteriori chiarimenti contatta la sede territoriale Confcommercio più vicina.

Leggi tutto

Campeggi, "urgente la riduzione della Tari"

Faita Toscana, che rappresenta le attività ricettive all’aria aperta del sistema Confcommercio, scrive ai Comuni elbani sollecitando il provvedimento di riduzione della tassa sui rifiuti. “La stagione è partita tardi, a giugno inoltrato, ed è stata penalizzata dal Covid, con una perdita di almeno il 30% sul fatturato dell’anno scorso. La produzione di rifiuti è stata quindi ridotta e le nostre imprese devono poter contare sugli sgravi”

Leggi tutto

Pubblici esercizi, Cursano sul nuovo Dpcm

Il commento del presidente di Fipe-Confcommercio Toscana sul testo firmato il 18 ottobre 2020 dal premier Conte: “tra smart working, mancanza di turisti, orari ridotti e paura della gente ad uscire, il nostro settore è in terapia intensiva. Per evitare che la pandemia sanitaria diventi una pandemia economica e sociale chiediamo con urgenza indennizzi per il fatturato perso, rinnovo del credito d’imposta sugli affitti e proroga della cassa integrazione. Parola d’ordine: salvare imprese e occupazione”. Fipe Toscana in queste ore sta valutando le azioni da intraprendere.

Leggi tutto