Fondazione

La Fondazione è nata nel 2007 per perseguire scopi di utilità e solidarietà sociale a favore della collettività, con particolare attenzione alle persone del mondo imprenditoriale toscano che si trovino in situazione di disagio economico e sociale.

Come agisce?

 

  • Corrispondendo, direttamente o indirettamente, aiuti di tipo economico, medico, assistenziale, previdenziale.
  • Promuovendo iniziative formative anche in collaborazione con altre istituzioni.

Destina il tuo 5x1000 alla Fondazione Confcommercio ToscanaOnlus!
Nel riquadro "Sostegno del volontariato" firma e indica il codice fiscale 94148730487.

Ci aiuterai

  • ad assistere soggetti in particolare disagio economico anche a causa di eventi calamitosi;
  • a promuovere e sostenere iniziative per prevenire l'usura;
  • a collaborare con le associazioni che si occupano dell'assistenza domiciliare agli anziani;
  • a dare sostegno alle associazioni locali impegnate nella lotta ai tumori per l'acquisto di nuovi strumenti.

 

Scarica la locandina e il volantino di Fondazione Confcommercio Toscana Onlus. 

Conosci le precedenti attività di Fondazione Confcommercio Toscana Onlus. 

 

News

Giovani Fipe, una toscana in consiglio nazionale

La fiorentina Ludovica Santedicola, classe 1993, titolare dello Zeffirelli’s Tea Room Bar&Restaurant di Firenze, è stata eletta nel rinnovato consiglio direttivo nazionale dell’associazione di categoria che riunisce le imprese della somministrazione. Per i prossimi cinque anni lavorerà accanto al neopresidente, il ferrarese Matteo Musacci e ad altri otto consiglieri. “Per misurarsi con la new economy serve un ricambio generazionale”.

Leggi tutto

Vendita alcolici, obbligo di denuncia

Reintrodotto di recente l’obbligo di denuncia fiscale per i pubblici esercizi che vendono bevande alcoliche, finora espressamente esclusi. Molte le incertezze legate a questo provvedimento, L'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fa chiarezza su alcuni punti rispondendo alla sollecitazione di Fipe nazionale. Ecco cosa devono fare i titolari, a seconda di quando hanno avviato l'attività. Chi non è in regola rischia multe fino a 3mila euro.

Leggi tutto

Tassa rifiuti troppo cara anche in Toscana

Lo rivela l'indagine dell’Osservatorio Tasse Locali di Confcommercio. La presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini: “la Tari rappresenta un peso insostenibile e spesso ingiustificato, vista la notevole riduzione nella produzione dei rifiuti. E fa rabbia dover assorbire i costi alti dovuti alle inefficienze di gestione dei Comuni”. Le categorie merceologiche più tassate in Toscana ortofrutta, pescherie, piante e fiori, pizzerie al taglio, che pagano fino ad oltre 35 euro al mq. Seguono ristoranti e pizzerie (fino ad oltre 32 euro al mq). Firenze, Pistoia, Pisa, Carrara e Siena tra le province dove la Tari è più cara; Arezzo la più virtuosa. Il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “necessaria una profonda revisione dell’intero sistema che rispetti il principio europeo ‘chi inquina paga’”

Leggi tutto